Tomoko Sauvage [JP]

tomokoo

QUANDO: 23/03/2019
DOVE: Casa Morra

BIO 

Tomoko Sauvage [JP/FR] 

Negli ultimi dieci anni, Tomoko Sauvage (JP / FR) ha lavorato al “sintetizzatore naturale” di sua invenzione  waterbowls – combinando acqua, ceramica e idrofoni (microfoni subacquei). Ciotole di porcellana, gocce d’acqua, onde e bolle oltre al feedback idrofonico e all’elettronica sono gli ingredienti principali del suo strumento che genera un timbro scultoreo e fluido. La sua sperimentazione musicale si basa sulla performance dal vivo che indaga l’improvvisazione e l’interazione con l’ambiente, in cui lo spazio acustico è influenzato da architettura, temperatura, umidità e presenza umana. Attraverso elementi primordiali accresciuti dalla tecnologia, animati da gesti ritualistici e giocosi, l’opera di Sauvage contempla, armonizza e collega sia la materia che l’immateriale in un fragile equilibrio tra azzardo e maestria. 

Nata e cresciuta a Yokohama, in Giappone, Tomoko Sauvage si è trasferita a Parigi nel 2003, dopo aver studiato pianoforte jazz a New York. Ascoltando Alice Coltrane e Terry Riley, si è interessata alla musica indiana e ha studiato l’improvvisazione della musica Hindustani. Nel 2006, ha assistito ad un concerto di Aanayampatti Ganesan, un virtuoso del Jalatharangam, il tradizionale strumento musicale Carnatic con ciotole di porcellana piene d’acqua. Affascinata dalla semplicità del suo dispositivo e della sua sonorità, Sauvage iniziò immediatamente a colpire le ciotole cinesi con le bacchette nella sua cucina. Ben presto il suo desiderio di immergersi nell’acqua generò l’idea di usare un microfono subacqueo e portò alla nascita dello strumento elettro-acquatico. 

Sauvage ha pubblicato due album da solista tra cui il recente “Musique Hydromantique” (Shelter Press, 2017). Le sue composizioni sono state diffuse su radio e TV come BBC, France Musique, NPR e ORF. La performance di Sauvage è stata presentata in festival e luoghi internazionali tra cui: The Long Now – Maerz Musik (Berlino), Centre Popidou Metz, Roskilde Festival, Unsound Festival (Cracovia), Nyege Nyege Festival (Uganda) e Riga International Biennial of Contemporary Art. Il suo lavoro di installazione è stato esposto in centri d’arte e musei come: Ex Teresa (Città del Messico) e Empty Gallery (Hong Kong). Nel 2016 è stata l’artista in residenza al Boulder Museum of Contemporary Art (Colorado). 

 

o-o-o-o.org 

Contact Us

Send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt